Come piegare un accappatoio in modo impeccabile

Come piegare un accappatoio in modo impeccabile

Per avere spazio extra e un mobile da biancheria organizzato, scopri come piegare un accappatoio correttamente con metodi e tecniche usate anche in alberghi strutture per riporre correttamente la tua biancheria.

L’accappatoio è un elemento della biancheria che non può assolutamente mancare nel guardaroba di ogni persona. Una delle più utilizzate alternative è il telo doccia, che però è meno comodo per la vita di tutti i giorni, in quanto sprovvisto di cappuccio. Realizzato in moltissimi materiali, che differiscono per tantissimi aspetti, dallo spessore alla capacità assorbente, fino ad arrivare alla traspirabilità, uno dei problemi che si possono incontrare è trovare metodi e tecniche efficaci per riporlo correttamente. Come piegare un accappatoio per tenerlo sempre in perfetto ordine, minimizzando le possibilità che occupi spazio eccessivo? In questo articolo, ti forniremo consigli su come fare per tenerlo dove vuoi, con soluzioni salvaspazio e veloci da attuare. Prima di procedere con la spiegazione di ogni metodo e passaggio da eseguire per ottenere un accappatoio perfettamente piegato, è lecito chiedersi perché ricorrere ad un metodo preciso, piuttosto che metterlo a posto alla buona. Scopriamolo insieme.

Vantaggi legati al piegare l’accappatoio

Ci sono diversi elementi che rendono la scelta di piegare l’accappatoio vantaggiosa ed oculata:

  • Risparmio di spazio: un accappatoio perfettamente piegato occupa meno spazio di un capo della stessa tipologia riposto in modo casuale.
  • Avere un ambiente più ordinato ed organizzato: capi di biancheria non correttamente piegati conferiscono al posto in cui sono posti un allure trasandata e disordinata. Avere ogni cosa al proprio posto, perfettamente riposta, al contrario, rende ogni ambiente più semplice da gestire, oltre che piacevole da guardare.
  • Evitare pieghe permanenti: Non piegare l’accappatoio ripetutamente può provocare delle spiegazzature permanenti sul tuo capo di biancheria, soprattutto se è sottile e realizzato in tessuti come lino o cotone. Usare una tecnica che ti consenta di eseguire correttamente questa attività diventa quindi fondamentale per una corretta conservazione e preservazione nel tempo.

Capire come piegare un accappatoio è un aspetto da tenere particolarmente in considerazione soprattutto dopo il lavaggio di questo capo, per il quale leggere attentamente i simboli di lavaggio è passaggio imprescindibile per la sua corretta preservazione.

Metodo a spirale per piegare un accappatoio velocemente

Questo metodo è particolarmente veloce, indicato per gli accappatoi dotati di cappuccio. I passaggi da eseguire per piegare un accappatoio a spirale sono super semplici e sono i seguenti:

  • Stendi l’accappatoio su una superficie piana per una maggiore precisione nei movimenti;
  • Piega un’estremità dell’accappatoio verso il centro;
  • Arrotola l’accappatoio così piegato, formando una spirale.

E il gioco è fatto: avrai un accappatoio perfettamente piegato, dotato di una graziosa forma a spirale, molto simile a quella che ha la biancheria in alberghi e centri benessere.

Metodo tradizionale per piegare l’accappatoio

Il secondo metodo è sicuramente tra i più utilizzati tra le mura domestiche, molto semplice da attuare e che riesce a garantire il massimo livello di compattezza, nonché una forma semplice, che ti consentirà di inserirlo tra gli altri capi di biancheria da bagno.

Dovrai:

  • Piegare l’accappatoio a metà, seguendo la linea centrale immaginaria che divide in 2 questo elemento di biancheria;
  • Piegare nuovamente l’accappatoio a metà, questa volta seguendo la linea immaginaria orizzontale che divide la sezione inferiore di questo articolo dalla parte superiore;

Fine: in questo modo, l’accappatoio avrà una gradevole forma quadrata e, in base al materiale di produzione, sarà il metodo più o meno salvaspazio che ti consentirà di destinare una piccola sezione del tuo mobile da biancheria a questo articolo.

Metodo a 3 pieghe perfetto per un risultato impeccabile last minute

Sapere come piegare un accappatoio in pochissimi istanti ottenendo un risultato omogeneo è soddisfacente è sempre utile, per sistemare casa in modo super veloce, o per poter risparmiare qualche minuto durante le regolari attività domestiche per tenere la casa sempre in ordine. Per piegare l’accappatoio con il metodo a 3 pieghe, ti basterà:

  • Stendere l’accappatoio su una superficie piana;
  • Unire il bordo superiore dell’accappatoio a quella inferiore;
  • Unire le sezioni laterali dell’accappatoio;
  • Ripetere lo stesso processo con l’altra estremità.

In questo modo, avrai un accappatoio perfettamente piegato eseguendo pochissimi movimenti, ottenendo comunque un capo di biancheria perfettamente piegato. Questi sono i principali metodi che puoi utilizzare per piegare l’accappatoio correttamente. Prendersi adeguatamente cura della propria biancheria è il vero segreto per assicurarsi la massima longevità dei propri capi, e piegarli consente di tenere sempre tutto in ordine, in modo organizzato e facilmente reperibile, oltre che farti guadagnare spazio extra in cui poter posizionare più indumenti di quelli che riusciresti a riporre se disponessi ogni capo in modo casuale.

Commenti

Nessun commento in questo momento!

Lascia il tuo commento

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre