Tovaglia antimacchia: i vari usi e modi di lavaggio

Scopri tutti i modi per usare e lavare la tua tovaglia antimacchia con il nostro articolo

La tovaglia antimacchia è un vero e proprio alleato nella nostra cucina. Sempre pronta per i pranzi e le cene con amici e con i tuoi affetti più cari, basta pulirla in maniera facile e veloce. Ma la tovaglia antimacchia com'è realizzata? E quali sono le sue caratteristiche? Partendo dal presupposto che, nella maggior parte dei casi, è realizzata in poliestere al 100 per cento, la tovaglia antimacchia può essere pulita molto facilmente con una spugnetta, con un canovaccio imbevuto d'acqua ed attraverso l'uso di prodotti adatti per disinfettare e pulire. Inoltre, si asciugano in maniera molto veloce.

Questo ti permette di risparmiare soldi ed energie e di avere una tovaglia sempre pronta per le successive occasioni. Inoltre, con i nuovi modelli che esistono in commercio, potrai giocare con i colori, con le fantasie esattamente come se avessi sulla tavola un pezzo unico, pregiato, che renderà la tua mise en place indimenticabile. E poi, essendo realizzata con dei materiali e dei colori sempre più moderni si può abbinare facilmente agli strofinacci da cucina.

In particolar modo sono perfette per l'uso quotidiano, soprattutto quando si sta a casa poco e si deve avere un appartamento sempre ordinato e pulito. Ma questo, non significa che le tovaglie antimacchia debbano avere meno cura, anzi. Essendo infatti realizzata con una resina apposita e particolare o anche con il teflon, che permette di renderla idrorepellente e quindi di non macchiarsi e di non assorbire liquidi, bisogna comunque avere quell'occhio in più dinanzi alle pietanze troppo bollenti o ai prodotti troppo aggressivi.

Tovaglia antimacchia: tutti gli usi possibili

Le tovaglie antimacchia, come è stato sottolineato prima, sono perfette per un uso quotidiano. Vino, caffè, olio, acqua...quante volte cadono sulle nostre tavole e rovinano indelebilmente le nostre tovaglie preferite! Con questi elementi di arredo, perfetti come biancheria da cucina, risolverai in un battibaleno queste difficoltà quotidiane.

Tanti sono i vantaggi delle tovaglie antimacchia, scopriamoli insieme:

  • non hanno bisogno di essere stirate;
  • possono essere pulite sia con una spugnetta o un panno umido sia in profondità;
  • proteggono il tuo tavolo preferito;
  • ti fanno risparmiare energia poiché necessitano di meno passaggi.

Se ti stai chiedendo la tovaglia antimacchia come funziona l'uso più consigliato è quello quotidiano ma anche per chi ha delle case al mare, per le famiglie con numerosi bambini poiché si creano più occasioni per fare i pranzi e le cene all'aperto e si creano più situazioni di convivialità. Inoltre, chi ha un bambino piccolo può utilizzare la tovaglia antimacchia anche nel periodo di svezzamento o nel periodo delle prime pappe senza sporcare tanta roba in un solo pasto.

La differenza in base al materiale

Ogni tipo di tovaglia antimacchia, si differenzia in base anche al materiale. Il materiale è molto importante infatti e darà una resa diversa in base ad ogni tessuto.

Cotone: il materiale giusto per la tovaglia antimacchia

Il cotone associato a questo tipo di prodotto, ad esempio, è un tessuto caratterizzato da uno strato antimacchia ed impermeabile ed inoltre è privo di materiali sintetici. Il cotone, rende questa tovaglia, simile ad una tovaglia dei più pregiati tessuti.

Lino: il materiale elegante per la tovaglia antimacchia

Sei alla ricerca di qualcosa di elegante? Il lino resinato è quello che fa per te. Questo tipo di materiale è molto interessante sia per la presenza di colori sfumati, sia per la presenza di colori caldi, tenui, una vera e propria esplosione sulla tua tavola,

Poliestere: il materiale impermeabile per natura per la tovaglia antimacchia

La tovaglia antimacchia realizzata al 100% in poliestere è la più utilizzata. Tanti sono i vantaggi, tra cui la facilità di lavaggio e la resistenza. Rispetto alle tovaglie tradizionali, infatti, oltre ad essere più economiche sono molto più resistenti e durevoli e, a differenza dei primi modelli, sono realizzate con una vastissima varietà di design e di forme.

Come lavare tovaglia antimacchia: istruzioni per il lavaggio

Se ti stai chiedendo come pulire tovaglia antimacchia non esiste un unico modo adatto, ma più di uno. Partendo dal presupposto che prima di capire come pulire una tovaglia antimacchia devi fare una passata con un panno umido ed un prodotto di tipo igienico ed antibatterico senza fare troppa pressione sul tessuto. Pulire, in caso di troppo tessuto sulla tavola, con una carta assorbente. Ma una volta debellata la quantità iniziale di sporco, ecco i nostri consigli per capire come si lava la tovaglia antimacchia.

Come lavare tovaglia antimacchia: in lavatrice

Indipendentemente dal tipo di materiale e rifinitura della tua tovaglia antimacchia, la tovaglia antimacchia può essere lavata in lavatrice ma bisogna avere un'attenzione in più. Infatti dev'essere lavata nei cicli più freddi e delicati attraverso l'uso di detersivi assolutamente non aggressivi e naturali.

Ecco i metodi giusti per capire la tovaglia antimacchia come si lava:

  • un ciclo in lavatrice con una temperatura massima di 50° C;
  • ogni 3 settimane se non è proprio sporca;
  • evitare la candeggina ed i prodotti esageratamente aggressivi; farla asciugare all'aria;
  • se si vuole, si può stirare al rovescio ma con la piastra calda in modo tale da poter far riattivare la resina della tovaglia;

evitare di lavare la tua tovaglia antimacchia in lavanderia o con lavaggi industriali. Potrebbe rovinarsi definitivamente.

Dopo aver scoperto tutti i nostri consigli per capire come si pulisce la tovaglia antimacchia, applica queste nostre "chicche" e non resterai deluso!

Commenti

Nessun commento in questo momento!

Lascia il tuo commento

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre